COMMISSARIO ROMANO: IL PASSAGGIO DI CONSEGNE

Il Commissario straordinario di governo per il Terzo Valico Iolanda Romano - che ha rassegnato le proprie dimissioni al Ministero delle Infrastrutture il 10 novembre, con un mese di preavviso per facilitare la sua sostituzione - continuerà a svolgere il suo ruolo fino al prossimo 9 dicembre. Dal 10 dicembre infatti sarà impegnata a tempo pieno in un nuovo incarico professionale.

Per la gestione delle attività ordinarie, in attesa della nomina di un nuovo Commissario, almeno fino a fine dicembre resterà attiva la sua struttura.

Fin dall’inizio del suo mandato nel dicembre 2015, infatti, il Commissario ha operato per costruire una struttura che la affiancasse nell’espletamento dei compiti definiti dal decreto di nomina e in particolare nelle attività più innovative come l’ascolto del territorio, la mediazione dei conflitti pubblici, l’informazione trasparente ai cittadini sul processo di attuazione dell’opera e sul monitoraggio della tutela dell’ambiente e della salute.

A quasi tre anni di distanza - spiega Romano - grazie anche al lavoro di questa struttura è stato costruito un importante patrimonio pubblico di conoscenza del territorio attraversato dal Terzo Valico e delle sue problematiche, di competenze, di strumenti informativi sull’opera e di lavoro. Se il cantiere del Terzo Valico continuerà, questo patrimonio potrà essere utile anche dopo il 9 dicembre a chi avrà il compito di accompagnarne la realizzazione”.

Per questo, in concomitanza con la lettera di dimissioni, il Commissario ha presentato al ministro, che lo sta valutando, un articolato documento che illustra la composizione e le attività della struttura che lo ha supportato in questi tre anni – attualmente sei persone con contratti in scadenza tra fine 2018 e inizio 2019 - così come gli strumenti che sono stati messi in campo: tavoli di mediazione, servizio infopoint, sito web, newsletter periodica, social media, monitor sul territorio per trasmettere i dati sull’amianto oltre a informazioni sul Terzo Valico, ufficio stampa per le relazioni con i media locali liguri e piemontesi. Una sorta di guida per un passaggio di consegne nell’interesse pubblico, che garantisca continuità e patrimonializzazione dei risultati sinora conseguiti con l’attività di accompagnamento.

 

Poiché in base alla normativa esistente al momento della sua nomina i Commissari di governo non disponevano di risorse proprie, nel 2016 il Commissario Romano ha convenuto con Il Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti di individuarle presso il soggetto attuatore RFI (art. 20, comma 5, del Dl 29/22/2008 n. 185). Pertanto i costi della struttura sono stati sostenuti, utilizzando le economie delle somme a disposizione dell’opera, da Rete Ferroviaria Italiana, che ha selezionato i collaboratori di cui sopra in parte sulla base di procedure di evidenza pubblica e in parte utilizzando proprio personale.