La linea


Il Terzo Valico dei Giovi si sviluppa in direzione sud-nord fra Genova e Tortona, attraversa il territorio di alcuni comuni delle province di Genova e di Alessandria e ha una lunghezza complessiva di 53 chilometri, di cui 37 in galleria

I 16 km all’aperto si trovano principalmente all’estremità nord della linea, dalla piana di Novi Ligure a Tortona, dove seguono lo stesso tracciato della linea attuale. La nuova linea attraversa quasi sempre in galleria il territorio di 11 comuni delle province di Genova e di Alessandria, in Liguria e Piemonte.

Per quanto riguarda le linee ferroviarie esistenti, il Terzo Valico è connesso:

  • a sud con gli impianti ferroviari dell’area di Genova, con i bacini portuali di Prà e del Porto storico e con la linea per Savona;
  • a nord, a Novi Ligure con le linee in direzione di Alessandria, Torino e Novara e a Tortona con le linee in direzione di Milano.

In linea con le specifiche tecniche relative all’interoperabilità del sistema ferroviario comunitario, la pendenza massima del Terzo Valico è del 12,5 per mille, così come quella dei trafori alpini del San Gottardo e del Ceneri. Questo, unitamente al raggio di curvatura di 3,5 chilometri e al modulo di 750 metri, permetterà sia la circolazione di treni merci a standard europeo e più competitivi rispetto al trasporto su strada, sia l’aumento di produttività del treno: con un solo locomotore sarà infatti possibile trainare treni di peso fino a 1.750 tonnellate, che oggi richiedono l’uso di due locomotori, con un dispendio energetico quindi molto minore.

La velocità dei treni merci sarà di 100-120 km/ora e quella dei treni passeggeri di 200-250 km/ora, con limitazioni a 100-160 km/ora nei tratti di collegamento con la rete esistente.

Gli interventi di adeguamento della rete esistente in direzione di Novara e Milano, in corso o programmati, assicureranno che il corridoio europeo Reno-Alpi abbia le stesse caratteristiche e prestazioni in tutto il tratto compreso tra Genova e i nuovi trafori ferroviari svizzeri.

L’attivazione, anche per fasi, del Terzo Valico dei Giovi è prevista entro il 2023